Nativ – Bagno Santa Maria, Forte dei Marmi – Sabato 21 luglio 2018

Arriva al Forte dei Marmi un’azienda al femminile che sta diventando portabandiera importante dell’Irpinia, una regione da sempre amata, di cui presentiamo questi vini in parte territoriali, in parte facilmente approcciabili dal pubblico. Siamo nel cuore di Paternopoli, in provincia di Avellino, sulle colline irpine abitate sin dai tempi antichissimi dai sabini quindi dai Romani. È l’Agro Taurasino, incluso nella DOCG per la produzione di Taurasi grazie alla fertilità dei suoli di natura vulcanica che crea un terroir ideale per l’allevamento della vite. Il nome NATIV è nato per rappresentare, attraverso le produzioni di vini autoctoni, l’origine della viticoltura italiana. Le uve coltivate in vigne secolari rappresentano oggi un emblema della cultura italiana, e il vino da queste uve rispecchia, meglio di ogni altro prodotto, il “made in Italy”. In tutto 15 ettari vitati, lavorati seguendo il metodo contro spalliera allevata a guyot con una parte rilevante delle vigne situata a sud-est, lungo la dorsale che unisce Castelvetere sul Calore a Paternopoli, passando per Montemarano e Castelfranci.

La vicinanza dei monti Piacentini e il clima continentale, creano le condizioni per una viticoltura pedemontana. Le escursioni termiche determinano una raccolta tardiva intorno al mese di novembre, creando vini ricchi di alcool ed estratti, tannini ed acidità che hanno bisogno di affinamenti più lunghi per manifestare il loro potenziale. Paternopoli vanta esposizioni migliori con vigne posizionate verso sud sud-ovest tra i 450-55mt, su giaciture tufacee e sabbioso-calcaree. La cantina è dotata delle più moderne attrezzature per la vinificazione dell’uva, dall’affinamento alla conservazione dei vini, anche se si ha la consapevolezza che la più avanzata tecnologia non può sostituirsi alla natura, in quanto il buon vino trova, come presupposti irrinunciabili, la qualità del terreno, il particolare microclima.

Responsabile della produzione è Mario Ercolino che ha condotto un progetto in collaborazione con l’Università di Milano per datare alcuni vigneti autoctoni presenti in un’area delimitata, risalenti a ben 200 anni fa. La longevità li caratterizza per il loro essere alti due metri, tanto da sembrare alberi date le dimensioni: sono tra i pochi vitigni sopravvissuti alla Fillossera, un parassita che ha distrutto quasi tutti i vigneti europei alla fine del XIX secolo.

Parliamo con Roberta Pirone, titolare dell’azienda.

La tendenza del vino nell’estate 2018, o meglio cosa impareremo o dovremmo imparare di nuovo sul vino quest’estate.
Sarò di nuovo un’estate di vini freschi fruttati e con bella acidit. È la tendenza del momento per l’estate 2018 che coinvolge anche i rossi (vedi il nostro rosso amabile). Il nostro Suadens bianco potrebbe essere un bel candidato come bianco estivo perchè le sue note minerali avvolgono un gusto tropicale che richiama pesca, cassis, frutto della passione per una sensazione dissetante e al contempo di grande persistenza olfattiva.

Abbinamento di luogo o al piatto: il più bel luogo dove vorresti che fosse bevuto un tuo vino in questi mesi e un abbinamento insolito con un piatto che dovremmo provare.
Scegliamo un classico che unisce mare e lusso: il Risotto Champagne e Scampi con note di zenzero fresco. Anche qui deliziose note olfattive del nostro vino Suadens bianco Campania IGT avvolgono piacevolmente il delicato sentore di scampi mantecato in un risotto dal sapore reso asciutto dalle leggiadre note di Champagne. La ricchezza di fragranze aromatiche complesse ritrovabile al gusto del Suadens, si intreccia con il sapore delicato del risotto, sposando la stuzzicante vitalità olfattiva dello zenzero. Un piatto unico, per una degustazione di equilibrio sublime.

Estate, tempo di tormentoni: una canzone che si abbini ad un tuo vino (ne ricaveremo una compilation GSTW su Spotify!)
“Una Vita In Vacanza” de Lo Stato Sociale, perché il nostro Suadens Bianco ti porta con la mente e con il corpo sempre in vacanza…

Vini in degustazione
Fiano di Avellino Docg 2017
Greco di Tufo Docg 2017
Beneventano Falanghina Igt 2017 “Vico Riviera 99”
Irpinia Greco Doc 2017 “25 Rare”
Campania Bianco Igt 2016 “Suadens”
Taurasi Docg 2012 “Rue 333”
Campania Rosso Amabile Igt 2017 “Rue De Passi”
Irpinia Aglianico Doc 2016

NATIV – Contrada San Nicola, 15 – 83052 Paternopoli (AV) – www.winenativ.it/

Lascia un commento