L’Astemia Pentita – Bagno Santa Maria, Forte dei Marmi – Sabato 21 luglio 2018

Arriva l’Estate e magari il Piemonte non è subito nelle prime regioni che vorreste visitare… a meno che non siate dei veri winelovers! Anche adesso infatti è una regione che custodisce tra i più preziosi tesori enogastronomici d’Italia e vi aspetta a braccia e osterie aperte… Per conoscere meglio la regione e i suoi vini saranno con noi in questi mesi estivi Svetlana e Mauro Daniele, la coppia che ha reso L’Astemia Pentita non solo una cantina controversa per le sue forme architettoniche, ma una solida realtà langarola capace di conquistare non solo gli appassionati ma di riuscire nel difficile compito di far avvicinare al vino chi in genere non lo beve.

Rivedremo quindi le particolarissime bottiglie forma di donna e uomo stilizzati, pensate per il Barolo ma che ospitano il nuovo rosè a base nebbiolo “Adorabile” di nome e di fatto e l’”Armonico” bianco e il classico Dinamico. Come chicca riscopriamo insieme il sontuoso Barolo Cannubi Riserva 2010 forse il miglior vino mai prodotto dalla cantina con la sua eleganza e ricchezza. A presentare i vini come sempre l’enologo Mauro Daniele, langarolo e proprietario della cantina Le Strette, con lunghi trascorsi in casa Ceretto. I vini sono ben più tradizionali di quanto il “progetto” faccia immaginare, ma il packaging, secondo i proprietari, fa molto più discutere in Italia che all’estero, dove l’interesse è tutto per la parola Barolo e nient’altro… per fortuna!

La tendenza del vino nell’estate 2018, o meglio cosa impareremo o dovremmo imparare di nuovo sul vino quest’estate.
Sempre più difficile imparare qualcosa di nuovo sul vino; spesso si bevono dei vini stereotipati dove si cerca l’acidità, la mineralità, la botte grande, l’anfora e così via. Nel vino bisogna sempre cercare invece l’onestà intellettuale di chi lo produce e diffidare dei vini sempre uguali a se stessi, che non hanno un’anima. Le ultime annate ci stanno regalando vini di qualità eccelsa e quindi dobbiamo imparare a berli senza porci troppe domande, godendo appieno quello che la natura ci regala.

Abbinamento di luogo o al piatto: il più bel luogo dove vorresti che fosse bevuto un tuo vino in questi mesi e un abbinamento insolito con un piatto che dovremmo provare.
L’Italia ci offre migliaia di siti bellissimi, dove fermarsi un attimo e sorseggiare un calice diventa un’esperienza indimenticabile. Dalla Liguria al Friuli abbiamo migliaia di km di spiagge e scogliere e migliaia di ristoranti che si affacciano sul mare. Un calice di Barolo servito ad una temperatura non troppo alta abbinato ad un pesce (magari non magro) salsato potrebbe essere un abbinamento giusto per una piacevole serata. Se non vi ispira, si può affondare il coltello in una sontuosa fiorentina, nella frescura di un pergolato sulle colline toscane e bere un Nebbiolo, più giovane e più fresco.

Estate, tempo di tormentoni: una canzone che si abbini ad un tuo vino (ne ricaveremo una compilation GSTW su Spotify!)
Un tormentone stagionato, di una grande interprete italiana, scomparsa troppo presto: Un’Estate al Mare di Giuni Russo

Vini in degustazione
Barolo Cannubi docg 2010
Langhe Doc Nebbiolo 2016
Armonico vino bianco 2016
Dinamico vino rosso limited edition 2015

L’Astemia Pentita – Via Crosia n. 40 – 12060 Barolo (CN) – 0173 560501 – 337 1274874 – www.astemiapentita.it

Lascia un commento