Enio Ottaviani – Grand Hotel Baglioni, Firenze – Giovedì 19 luglio 2018

La cantina Enio Ottaviani è la sintesi di quello che l’enologia in Romagna ha rappresentato dagli albori sino ai nostri oggi. In cantina botti in cemento, storiche e moderne allo stesso tempo, che garantiscono una tenuta ottima del vino e il corretto scambio di temperatura e umidità; e grandi botti in legno e barrique per alcune produzioni. Enio Ottaviani è una Romagna che non ti aspetti, un paesaggio ‘altro’. È fatto di vigne – a soli 8 km il mare – che giocano con i venti e si elevano ad altezze dolci, mai pionieristiche. Dai 55mt passiamo ai 177mt, con massali che punteggiano il paesaggio collinare dell’entroterra riminese, a San Clemente. Una terra che parla di sale e di una famiglia in un paese di mare: non è casuale che i vini siano gastronomici, che invogliano la bevuta e richiamino l’idea di una tavola imbandita e di chiacchiere tra amici.

Gli impianti produttivi e i vigneti sono a San Clemente di Rimini, sulle morbide collinette che rivolgono lo sguardo al mare, godendo dell’influsso marino, regalando così note salmastre e minerali ai vini. I terreni (12 ettari vitati) sono franco argillosi e i microclimi variegati e complessi a seconda dei vigneti. Ciò che colpisce nel lavoro di Davide in cantina e di Massimo alla direzione commerciale è l’entusiasmo del fare e del saper fare, nel solco di una tradizione che da sempre guida le necessarie trasformazioni tecnologiche e coinvolge in un sistema vincente le risorse enogastronomiche della zona e tutta una serie di figure e professioni a vario livello dell’ospitalità. Vendere la Romagna e il suo stile di vita ancora prima dei vini stessi è più semplice a dirsi che a farsi, ma quando lo si fa a questi livelli i risultati sono esplosivi.

La tendenza del vino nell’estate 2018, o meglio cosa impareremo o dovremmo imparare di nuovo sul vino quest’estate.
Impareremo che il vino rosso si beve fresco, in un secchiello di ghiaccio, perché la freschezza e la mineralità non si giudicano dal colore. Dovremmo forse imparare che la gradazione alcolica sta diventando un tema così preponderante da spostare l’asse del gusto e dell’approccio di questi ultimi tempi.

Abbinamento di luogo o al piatto, Il più bel luogo dove vorresti che fosse bevuto un tuo vino in questi mesi e un abbinamento insolito con un piatto che dovremmo provare.
Il nostro Caciara Romagna Sangiovese: un tramonto al mare, burrascoso, che porta vento e profumo di salsedine e iodio in profusione; uno spaghetto semplice e perfetto, alle vongole.

Estate, tempo di tormentoni: una canzone che si abbini ad un tuo vino (ne ricaveremo una compilation GSTW su Spotify!)
Scegliamo Gabbani e la sua intramontabile Occidentali’s karma che ha ancora molto da dire…

Vini in degustazione
Caciara Romagna Sangiovese Superiore 2016
Strati Pagadebit di Romagna 2017

Enio Ottaviani – Via Pian di Vaglia 17 – S. Andrea in Casale – 47832 San Clemente (RN) – 0541 952608 – enio@enioottaviani.it

Lascia un commento