Chianti Rock – Hard Rock Cafe – Giovedì 22 febbraio 2018

Domenico Tancredi fa nascere l’operazione ChiantiRock per pura passione per il genere musicale e la viticultura. Dopo il corso da sommelier e esperienze a Panzano, arriva a Vinci alla Fattoria di Faltognano cominciando la gavetta dal campo alla cantina nella tenuta del Dott. Roberto Comparini Bardzky. Dopo alcuni anni nasce l’idea di dedicare un vino “suo” al rock vinificando un sangiovese in purezza. Un vino che parte dall’esperienza fatta in cantina con il team di enologi aziendali ma che segue la propria idea di piacevolezza di vino e di freschezza “rock”.

La Fattoria di Faltognano si estende sul versante sud delle pendici del Montalbano, Vinci, patria di Leonardo. Le attente cure culturali, le basse rese quantitative, le tecniche di raccolta e trasformazione nel più rigoroso rispetto della tradizione locale, pur eseguite con attrezzatura moderna, oltre al controllo capace di tecnici e consulenti, fanno sì che i prodotti vengano riproposti agli amatori e consumatori nella tipica qualità intrinseca e peculiare identità che avevano già quando a Vinci, sul Montalbano, vedeva la luce il grande artista. Storicamente di proprietà della Famiglia Comparini Bardzky, che già vi si trova insediata nell’anno 1000, comprende terreni variegati, difficili, talvolta aspri, ma generosi con chi ne rispetti e riconosca le potenzialità.

Il progetto Chianti Rock nasce in questo contesto per mettere in comunicazione uno dei marchi del Made in Italy più famosi al mondo con il genere musicale sinonimo di libertà ed energia per eccellenza. Tante le personalizzazioni e le “vesti” rock che il vino può assumere a seconda dei gusti dell’acquirente: dentro c’è sempre la creazione fresca, croccante e accattivante di Domenico che scoprite durante la serata con i suoi cari “case of Rock”! Un prodotto che può facilmente essere associato a eventi musicali, meeting artistici, conferenze stampa informali o eventi ufficiali di promozione, personalizzando in maniera unica gli avvenimenti.

Vino e Rock, quali i punti a comune? Se il rock è ribellione, lo è anche il vino? Oppure sono due elementi inconciliabili? Perchè tra gli amanti del rock ci sono tanti appassionati di vino?
Per l’idea che ho di vino, il punto in cui le due entità si incrociano è l’espressione di un territorio, di una annata, di un metodo. Se ciò che proponi va fuori dai canoni standard e rispecchia un tuo modo di essere, lo trasformi in lavoro e crei un’idea. Chi ama un Pinot Noir non può non amare “Time” dei Pink Floyd, quando dai voce e suono alla meditazione lo fai con un gran bere altrimenti si soffocherebbe anche con il miglior pezzo di Jimi Hendrix.

Cucina Southern Comfort Food e vino pare un matrimonio davvero difficile…c’è un tuo vino ideale per qualche abbinamento alla cucina dell’Hard Rock Cafe? (tra i piatti da cui scegliere, il legendary burger con salsa barbecue, gli involtini vegetariani, le costine di maiale in agrodolce, i nachos formaggio e peperoncini…)
Ci sarà davvero bisogno di un bel “in bocca al sig. Wolf Chianti Rock!”….Vediamo se davvero questa Cucina Cucina Southern Comfort Food si abbina bene al Chianti Rock, ma la base solida del nostro sangiovese come vino tuttofare per gli abbinamenti secondo me farà fare bella figura a cominciare dalla bella e dal tannino sempre piacevole e mai coprente.

Vino e Rock, se un tuo vino fosse una canzone rock quale sarebbe? (faremo una compilation su Spotify con le vostre selezioni!)
La mitica “Be yourself” degli Audioslave, una canzone che per il vino dovrebbe essere un vero e proprio inno: il vero vino non può rinnegare se’ stesso!

Vini in degustazione
Chianti Rock DOCG 2015
Case of Rock Chianti edizione speciale

Chianti Rock – Fattoria di Faltognano Via di Faltognano, 158, 50059 Vinci FI, 339 3434128 – info@chiantirock.com – www.chiantirock.com

Lascia un commento