Champagne A. Bergère – Due Torri Hotel, Verona – Martedì 17 aprile 2018

Parlando di storie da raccontare, ecco con noi Champagne A. Bergère, una famiglia da sempre in Champagne ma che debutta nella storia del vino nel 1949 nel momento in cui Albert Bergère comincia ad elaborare le uve in proprio dopo che per anni la famiglia le aveva vendute alle grandi maison del territorio. La conduzione delle terre e il savoir-faire di famiglia si rivelano subito gradite al mercato e la famiglia allarga i vigneti di proprietà con suo figlio Andrè in primo piano che con la moglie Brigitte Martin porta avanti l’azienda, oggi insieme allo chef de cave ed enologo Adrièn. I vigneti comprendono vigne dai terroir di Fèrebrianges, Etoges, Congy, Sézanne, Bethon, Charly-sur Marne, Pavant, de Mont Saint Père, d’Essomes, ma anche Mesnil sur Oger, d’Oger, Avize, Chouilly e Cramant con tanta enfasi come si vede sulla Côte des Blancs e il grande Chardonnay unico di queste zone. Oltre alle uve di proprietà ne vengono acquistate alcune sempre di qualità elevatissima per completare le cuvèe utilizzando anche vini affinati in legno per aumentarne complessità e sfumature. Tra le Cuvée prodotte oltre la cuvèe de prestige (sontuosa ma ancora giovanissima) Avenue Champagne 38.40 segnaliamo un ottimo Blanc de Blancs (e non potrebbe essere diversamente visto i vigneti di proprietà) e in generale una gamma affidabile ed elegantissima.

Vino, tre parole per dirlo. Abbinare e degustare insieme al tempo del web: quali sono gli elementi essenziali nel racconto del vino? Oppure oggi c’è anche troppo “storytelling” nel nostro mondo?
Per il nostro Champagne le tre parole che lo rappresentano di più sono: Eleganza, Freschezza, Spensieratezza. A mio parere forse c’è un po’ troppo storytelling nell’ambiente del vino, ma probabilmente è giusto che sia così perché gli appassionati ricercano sempre nuove emozioni e esperienze, mentre per chi si avvicina da profano la conoscenza non è mai abbastanza. Nella storia del vino gli elementi essenziali, a mio parere, sono quelli che tratteggiano la componente umana, la storia familiare, il sacrificio, il tempo e la passione…

Non crediamo che sia una questione di tipologia comunicativa. I nuovi consumatori sono meno alla ricerca di informazioni tecniche, sensazioni degustative o sensoriali. Lo Storytelling deve essere orientato sulle esperienze emozionali, sul senso di appartenenza e gratificazione.
Gli influencers hanno e avranno un ruolo importante in quanto sono quelli a cui si va demandando il tramite comunicativo, il trait d’union con il consumatore.

Bollicine Francesi e cibo italiano, matrimonio perfetto, facci un esempio sorprendente con un piatto di una regione italiana a tua scelta e un tuo vino e cercheremo di verificarlo durante la serata…
Tortellini in Brodo abbinati con il nostro champagne Bergère Nature. Poi con la Mortadella (tagliata sottilissima) meglio se accompagnata da un pezzo di gnocco ingrassato modenese.

Vini in degustazione
Champagne Cuvèe Sélection Brut
Champagne Blanc de Blancs Brut
Champagne Rosé Brut
Champagne Brut Nature

Champagne A. Bergère – 38-40, Avenue de Champagne – 51200 Epernay – France – tél : +33 (0)3 26 32 07 19 – fax : +33 (0)3 26 32 17 31 – champagne-andrebergere.com
Distribuito in Italia in esclusiva da Massimo Fabiani – www.labelleepoque.wine

Lascia un commento