Cantine Colosi – Gallery Hotel Art, Firenze – Giovedì 24 maggio 2018

Era il 1987 quando il giovane Piero Colosi iniziava a seguire le orme del padre, che già dai primi anni ‘70 lavorava Ai Salina portando avanti contemporaneamente sia la gestione dell’azienda dell’amico Carlo Hauner, sia la propria cantina. Piero, completati gli studi in enologia, portò nuova linfa all’azienda e impresse da subito impulso al lavoro in cantina e alla diffusione dei vini Colosi nel mondo.

Sono passati trent’anni e Cantine Colosi, che oggi con i suoi 10 ettari di vigneto tra Capo Faro e Porri è fra i produttori più rappresentativi di Salina, rende omaggio alla propria storia regalando una nuova veste, più grintosa e “siciliana” ai cinque vini prodotti: la specialissima Malvasia Secca del Capo, i due Salina Igp Bianco e Rosso e le due Malvasie dolci, Passito e Naturale. La cantina di imbottigliamento si trova a Giammoro (Messina). È gestita dall’enologo Piero Colosi che, con il prezioso contributo del padre Pietro, segue i vari passaggi, dalla vinificazione all’affinamento e dall’imbottigliamento alla commercializzazione, sia in Italia che all’estero. Fin dagli inizi (1987) Cantine Colosi si occupa della produzione dell’antico vino Malvasia delle Lipari, dei vini di Salina e altri di Sicilia, selezionati già al tempo della vendemmia.

La produzione si divide principalmente in 3 categorie: Vini Dolci, Vini Secchi e Alimentari. L’azienda agricola comprende una superficie di dieci ettari in Salina, tutti vitati, in località Gramignazzi in Comune di Malfa, zona tra le migliori dell’Isola sia per l’esposizione che per la natura chimico fisica del terreno di origine vulcanica particolarmente vocato per la coltivazione della vite. Circondata dai vigneti di Malvasia, sorge la nuova cantina di vinificazione, interrata per rispettare le rigide normative che tutelano l’arcipelago Eoliano, e per una temperatura costante per l’ottimale conservazione dei prodotti.

In Primavera fioriscono i territori del vino e il paesaggio delle Eolie e la Sicilia si fa incantevole: raccontaci cosa ha di speciale il tuo terroir, il suo elemento più caratteristico e il tuo vino più territoriale che rispecchia meglio il paesaggio.
La primavera a Salina risveglia i colori della lussureggiante vegetazione isolana e gli intensi profumi della macchia mediterranea: i boschi odorosi e rigogliosi di castagni, querce, pini e corbezzoli si arricchiscono di cespugli di erica, lentisco ed euforbia; i crinali si ravvivano dei colori dei fiori selvatici e del caldo giallo della ginestra… è un’esplosione di natura sulla terra più fertile dell’intero arcipelago eoliano. Salina Bianco Igp Salina è di per sé il vino più rappresentativo della nostra azienda. 50% insolia e 50% catarratto, le note varietali di entrambi i vitigni si fondono senza che l’una prevarichi sull’altra. La sua caratteristica distintiva peculiare è la mineralità, data dai suoli vulcanici, ricchi in magnesio e potassio, dalla scarsità d’acqua durante il ciclo vegetativo della pianta e dall’intensa irradiazione solare del periodo estivo. Proprio per questi motivi il vino presenta note di frutta matura, esotica e sensazioni floreali da macchia mediterranea isolana, con intenso gusto di pesca bianca accompagnato da ottima mineralità e sapidità gustativa.

Mai pensare un vino senza un piatto in abbinamento! Nel tuo territorio quali sono gli abbinamenti territoriali classici per i tuoi vini? E in giro per il mondo quali gli abbinamenti esotici che sono riusciti meglio?
Tra le prelibatezze della cucina eoliana la pasta condita con i gustosi ricci di mare: pochi ingredienti, un’esplosione di sapore. L’abbinamento ideale è con il nostro Salina Bianco, dalla spiccata personalità dove dominano note di frutta e sensazioni floreali tipiche della macchia mediterranea isolana accompagnate da un’ottima mineralità e sapidità gustativa. Uno abbinamento che ricordiamo con simpatia è l’insalata di astice con gelatina di piselli, piatto estivo simbolo del Ritz, perfetto per un delizioso pranzo estivo, con la nostra Secca del Capo Salina Igt.

Vini in degustazione
Secca del Capo, Salina Igp 2016
Salina Bianco, Salina Igp 2017
Salina Rosso, Salina Igp 2015
Nurah, Malvasia delle Lipari Naturale Dop 2015

Cantine Colosi – Dir. Viaria C. Zona Industriale – Giammoro, ME 98042 – 090 9385549 – www.cantinecolosi.it

Lascia un commento