Area6 – Hard Rock Cafe – Giovedì 22 febbraio 2018

Ecco una distribuzione molto particolare che ricerca, seleziona e distribuisce vini di espressione “minerale”. Per Filippo Tacchella, proprietario, “La mineralità è la caratteristica fondamentale per un vino che abbia grande bevibilità. Amiamo i vini che si distinguono nel bicchiere, per il carattere, il temperamento e la personalità”. Nel corso della serata a voi il compito di verificare sul campo se è vero, di certo la mineralità è il sentore più roccioso che ci sia e quindi rock nel senso letterale del termine!

Tenuta di Fessina (Castiglione di Sicilia, CT)
Tenuta di Fessina è un progetto emozionale, che nasce sulla scia di un innamoramento di Silvia Maestrelli per questa terra ricca di contrasti. Nel 2007, la produttrice toscana acquista un vecchio vigneto di Nerello Mascalese risalente al secolo scorso. Al centro un vero scrigno: un palmento del 700 in pietra lavica, con l’antica “chianca” – torchio per la pressatura delle vinacce – ancora intatta. I’ vigne di Fessina, come la gente chiama da sempre la tenuta di Rovittello, a Castiglione di Sicilia, raccontano bene la cura e l’amore con cui sono state coltivate e conservate dai precedenti proprietari, a cui è stato dedicato il cru di Nerello Mascalese, Il Musmeci, Etna Doc Rosso. A colpo d’occhio, Fessina appare come un vero giardino dai frutti d’oro o un bosco nano di brillanti chiome verdi spettinate dal vento nutriente della Montagna di fuoco, incastonato tra due fertilissime colate laviche, con alberelli centenari avvitati su se stessi ed espressivi come sculture naturali. Impossibile non innamorarsene a prima vista.

Santa Barbara
L’azienda di Stefano Antonucci si è posta fin dall’inizio due obiettivi: il rilancio delle uve autoctone, Verdicchio e Montepulciano, e la creazione di vini di “gusto internazionale” con originalità e personalità. Il compito non è certamente dei più facili, ma il vino richiede coraggio unito ad una punta di incoscienza. Nel panorama dei Verdicchio, ai già noti Pignocco Bianco, Le Vaglie (che assaggiate durante la serata) e lo Stefano Antonucci, da questo anno si aggiunge il “Tardivo ma non Tardo” verdicchio classico surmaturato in pianta vendemmia 2001. “Siamo molto soddisfatti della qualità, dopo quattro tentativi nelle vendemmie precedenti siamo riusciti ad ottenere un vino particolare, che racchiude profumi muschiati e grande persistenza; caratteristiche che fanno ben sperare in una buona longevità”.

Fondo Indizeno San Giovanni al Natisone (UD)
Un progetto nato per gestire un vigneto magnificamente ubicato nella zona di Orsaria nei Colli Orientali del Friuli, dove tra le tante varietà un po’ disordinatamente impiantate, emerge un vigneto di oltre quarant’anni dove convivono Malvasia Istriana, Pinot Bianco e Ribolla Gialla. Da qui l’idea di un vino unico che rappresenti il sito più che le varietà ed esprima l’esposizione fresca e ventilata oltre alla forte connotazione delle classiche marne eoceniche che caratterizzano questa porzione della denominazione. Di recente però si è affacciata la possibilità di far nascere un sauvignon in un vigneto vicino e…

Winecircus di Roberto Cipresso (Montalcino, SI)
Winecircus è il regno dell’azzardo e della sperimentazione come elementi vitali della ricerca, nel quale ogni sfida con la vite e il vino è possibile e vale la pena di essere tentata. È un luogo in cui, in piena libertà, idee sempre nuove possono trasformarsi in veri e propri progetti di sviluppo e ricerca, grazie all’aiuto e al lavoro di stagisti provenienti da tutto il mondo. Una palestra-laboratorio, ai piedi di Montalcino in un vecchio granaio del 1918 per vini di grande carattere. Il Punto Rosso che assaggiate è Sangiovese, Syrah, Alicante dal Vigneto Lentisco a Massa Marittima, a 100 mt. s.l.m. dal sottosuolo ferroso e minerale.

Trevisiol Valdobbiadene (Treviso)
Fondatore della attuale azienda vitivinicola, Liberale Trevisiol iniziò la attività prima del 1915a Selva del Montello, in provincia di Treviso. Dopo la guerra l’azienda divenne una dei principali négociant éleveur del trevigiano. Nel 1939 trasferì la sede a Valdobbiadene intuendo le potenzialità viticola e commerciale del nascente Prosecco. Dopo la metà degli anni 80 entrarono in azienda i figli di Edoardo, Luigi e Paolo, che hanno dato una dimensione internazionale aprendo nuovi mercati europei e sbarcando agli inizi del 2000 negli Stati Uniti e in Giappone. Attualmente hanno iniziato a lavorare i figli di Paolo: Dario che ha preso il posto di Luigi, prematuramente scomparso, e Marco affianca il padre nella gestione commerciale.
Durante la serata assaggiamo il particolare Rive Di Selva – Brut Rosè Millesimato da uve Pinot Nero 100% dei Colli Trevigiani.

Vini in degustazione
Trevisiol Pinot Nero Rive di Selva
Fondo Indizeno Sauvignon Sanserena 2016
Santa Barbara Verdicchio Classico Le Vaglie 2015
Cipresso 43 Punto Rosso 2013
Tenuta di Fessina Erse Rosso 2015

Area6 Distribuzione – Uffici Commerciali: Via Massa-Avenza 38/B 54100 Massa Carrara (MS) – Magazzino: Via Fontanelle 16, 16012 Busalla, Genova – www.area6srl.it/

Lascia un commento